Freddo Siberiano ed Inquinamenti

Di solito leggiamo del dosaggio di PM10 ePM2,5 ( particolato) nell’aria per valutare l’inquinamento. Purtroppo non tutti i territori italiani sono sottoposti a questi rilievi. E tra essi Aversa ed il suo Hinterland. In questo periodo il freddo polare induce a produrre calore con tutto quanto è disponibile. E a prescindere dalle apparecchiature, il combustibile usato è spesso tossico, inquinante e cancerogeno. Purtroppo ancora oggi si usano giornali, carte colorate, materiali di carta e plastica, pellet di basso costo e legno usato e trattato per accendere camini, stufe e quant’altro. Le Amministrazioni Comunali dovrebbero – almeno – affiggere manifesti o distribuire volantini per spiegare ( come nella raccolta differenziata) ciò che può essere bruciato e quello che va evitato. In quest’opera dovrebbero contribuire le Scuole, le cd Istituzioni Centrali e Periferiche, le Chiese, i Giornali e le Emittenti più seguite. Per decenni abbiamo sottolineato che L’ARIA E’ DI TUTTI, NON APPARTIENE A NESSUNO E LA SUA QUALITA’ VA PRESERVATA E MIGLIORATA. Ed i metodi naturali per far ciò sono tanti e sempre a disposizione dell’uomo. Purché l’uomo usi il rispetto ed il buon senso.

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.