Incendi programmati e tollerati

Com’è strana la vita. Manco 2 mesi fa nel passare per le Province di Caserta, Napoli e Salerno notavamo la bellezza dei crinali lussureggianti di colline e monti. Da alcuni giorni, da quando sono arrivati venti sostenuti, sono iniziati gli Incendi Programmati. Si gli incendi – DA DECENNI – sono programmati e tollerati.

INCENDI PROGRAMMATI

Inizialmente li facevano i pastori, i contadini, poi gli speculatori edilizi (fu varata una legge che impedisse costruire sui terreni interessati agli incendi) e negli ultimi tempi la criminalità organizzata per motivi vari (combustioni rifiuti tossici e speciali, distruzione di terreni e di edifici). Gli incendi sul Vesuvio in contemporanea multipli e sacrificando animali vivi, costretti a propagare le fiamme, indicano l’ALTO GRADO DI BESTIALITÀ E MOSTRUOSITÀ RAGGIUNTE.

INCENDI TOLLERATI

Tutte le Istituzioni sanno che l’arrivo del caldo secco e del vento, specie di tramontana, portano con loro la sventura degli incendi provocati. Solo in Campania questi incendi creano immediatamente e nel medio termine danni enormi, calcolabili in MILIARDI di Euro. Le cd Istituzioni sono contente di spendere miliardi di euro ma non spendere alcuni milioni per tagliare le erbe secche; creare dei solchi larghi alcuni metri per impedire la propagazione delle fiamme; allestire degli invasi di acqua dolce in punti strategici (sempre gli stessi) per evitare i danni da acqua salata; allestire squadre di Guardie Ambientali, utilizzando anche le migliaia di migranti che oziano nei centri di accoglienza; utilizzare le moderne tecnologie, anche di notte, per individuare le bestie criminali pagate per questi scempi; attivare Squadre Speciali di Investigatori per l’individuazione e la punizione esemplare degli appiccatori, specie in termini economici. La peggiore punizione per i criminali è togliere loro ogni avere e mandarli a lavorare per riparare i danni.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.