Vesuvio devastato, ora cosa fare?

· Un Paese Normale (non è l’Italia) non avrebbe consentito tante mini e midi-discariche sul Vesuvio (più precisamente sul Somma e sul Vesuvio)
· Un Paese Normale NON AVREBBE TOLLERATO, negli anni, l’incendio di tante mini discariche
· Un Paese Normale non avrebbe fatto costruire tante case più o meno abusive sulle pendici dei due Vulcani,
· Un Paese Normale non avrebbe tollerato tanti Sindaci Inetti, Collusi e Corrotti, avrebbe fatto funzionare le forze di investigazione e di condanna degli abusi, illeciti e crimini vari
· Un Paese Normale non avrebbe passato lo stipendio a tanti fannulloni delle burocrazie, delle polizie e delle inquisizioni
· Un Paese Normale avrebbe ascoltato i Geologi, i Sismologi, i Medici, gli Urbanisti, i Botanici.

Ora tutto ciò che si poteva e doveva fare appartiene al mondo delle Ombre. Cosa dovrebbe fare qui ed ora un Paese normale?

· Da subito smaltire quelli che sono divenuti RIFIUTI SPECIALI perché a bruciare non sono stati solo piante ed alberi,
· CONTROLLARE (dr. Cantone batta mille colpi! Anche se deve rompere le giarretelle del suo mondo) le ditte che dovranno fare lo smaltimento (LE DITTE E NON LA DITTA),
· CHIAMARE A COLLABORARE GEOLOGI E BOTANICI per una rapida riforestazione, per la messa in sicurezza delle palazzine sottostanti, per evitare smottamenti, valanghe e morti certe con le prime, violente piogge,
· Sorvegliare H 24 tutti i territori vesuviani, provvedendo a reprimere e rendere inoffensivo l’esercito dei delinquenti operanti in zona,
· Mandare a cercare farfalle altrove tutte le cd Forze di Polizia, sostituendole con Reparti Nuovi da ricambiare periodicamente, vista la commistione e l’inefficienza di quelli stanziali.

Tutto ciò sarà inutile o inefficace se non rinasce una COSCIENZA CIVILE che pesi di più dei comportamenti malavitosi, truffaldini, furbeschi, inquinanti.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.